ponte H rele’

dicembre 20th, 2012 | Posted by Marco Plessi in Elettronica | Automazione | Visite: 3.897

Semplice ponte H a rele’ per controllare motori in corrente continua anche di grossa potenza. Viene pilotato da due ingressi a 5 volt, e alimentato a 0 – 12 V per la parte di comando, e la parte di potenza può essere alimentata a qualunque tensione, fino alla portata massima dei rele’.

Schema del ponte H:

schema_ponte_h_rele

Il connettore P1 è per il comando, e va collegato secondo lo schema seguente:

1- GND

2- motore avanti

3- motore indietro

4- +12 V

 

Il connettore P2 è la parte di potenza, e di seguito ci sono i collegamenti:

1- GND motore

2- +V motore

3- morsetto 1 motore

4- morsetto 2 motore

 

Attenzione: il GND della parte di comando e quello della parte di potenza NON devono essere le stesse, in quanto se il ponte H è controllato da circuiti sensibili ai disturbi sull’alimentazione, il circuito di comando potrebbe non funzionare correttamente.

I rele’ sono a 12 V; i segnali di comando sono a 5 V. Questo per evitare di avere sulla stessa alimentazione del circuito di comando (che potrebbe essere un microcontrollore) le bobine dei rele’, le quali potrebbero causare piccoli disturbi.

Tutti questi accorgimenti fanno di questa scheda un ottimo strumento per controllare un motore (in modo semplice, senza variazione di velocità), tenendo galvanicamente separate la parte di comando da quella di potenza.

I transistors Q1 e Q2 sono dei comuni BC337.

i diodi D3 e D4 (in antiparallelo alle bobine dei rele) servono ad evitare che le sovratensioni delle bobine che potrebbero generarsi al momento della diseccitazione vadano a danneggiare i transitor, scaricandole attraverso i diodi stessi; e sono dei diodi veloci, ma possono andare bene anche dei comuni 1N4007.

I LED sarebbe meglio metterli di colore diverso, in modo da distinguere subito da che parte gira il motore.

 

ponteHrele

Foto del driver pronto all’uso. I due fili marroni a destra sono i due segnali.

I segnali per il controllo normalmente devono essere a 0 (GND), per l’abilitazione si portano a 1 (+Vcc; 5 V)

Se i due segnali sono a 0, il motore è fermo e bloccato, è questo infatti il vantaggio del ponte H, quando si spegne il motore, si blocca istantaneamente, senza continuare a girare per inerzia.

Stessa cosa accade se i due segnali sono entrambi a 1.

 

Buona realizzazione ! 🙂

 

TECNOVOLT

(questo articolo proviene dal vecchio sito. Visualizzazioni al momento della migrazione: 1023)

banner_licenza_cc-by-nc-nd-3-0-it

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Author      
 

* Privacy Policy GDPR

*

Accetto