NE555 configurazione monostabile

settembre 23rd, 2011 | Posted by Marco Plessi in Elettronica | Visite: 4.704

In questa guida tratteremo la progettazione di un circuito monostabile (timer) con l’integrato NE555; il timer è azionato dalla pressione di un pulsante (o dalla attivazione di un transistor) e si disattiva dopo un tempo T preimpostato.

L’onda quadra presente in uscita sarà la seguente:ondaquadrane555monostabile

 

Il grafico rappresenta l’andamento dell’onda quadra sul pin3 (uscita del ne555), il tempo che interessa a noi è “Ton”, in quanto è il tempo che ci mette il 555 a tornare alla condizione iniziale dopo avere cambiato di stato in seguito alla pressione del pulsante.

Lo schema per realizzare un multivibratore monostabile con NE555 è il seguente:

NE555_monostabile_schema

Il morsetto contrassegnato con “trigger” (collegato al pin 2) innesca lo stato alto dell’uscita (Ton).

Il tempo si calcola con la seguente formula:

Ton = 1,1 R C

dove 1,1 è una costante fissa; R e C sono R1 e C1 nello schema, espressi rispettivamente in OHM e FARAD.

Per poter calcolare R e C in funzione di un tempo Ton dato, è necessario procedere con la formula inversa, la quale può essere:

R = Ton / (1,1 C)

Se si ipotizza il valore di C

oppure    C = Ton / (1,1 R)

se si ipotizza il valore di R

 

ATTENZIONE, per il fatto che il condensatore ha delle perdite, in esso si genera un fenomeno detto autoscarica, comune in tutti i condensatori; per questo non è possibile arrivare a dei tempi molto lunghi con questo circuito (massimo qualche minuto).

(questo articolo proviene dal vecchio sito. Visualizzazioni al momento della migrazione: 2788)

banner_licenza_cc-by-nc-nd-3-0-it

Il morsetto contrassegnato con “trigger” (collegato al pin 2) innesca lo stato alto dell’uscita (Ton).

Il tempo si calcola con la seguente formula:

Ton = 1,1 R C

dove 1,1 è una costante fissa; R e C sono R1 e C1 nello schema, espressi rispettivamente in OHM e FARAD.

Per poter calcolare R e C in funzione di un tempo Ton dato, è necessario procedere con la formula inversa, la quale può essere:

R = Ton / (1,1 C)

Se si ipotizza il valore di C

oppure    C = Ton / (1,1 R)

se si ipotizza il valore di R

 

ATTENZIONE, per il fatto che il condensatore ha delle perdite, in esso si genera un fenomeno detto autoscarica, comune in tutti i condensatori; per questo non è possibile arrivare a dei tempi molto lunghi con questo circuito (massimo qualche minuto).

(questo articolo proviene dal vecchio sito. Visualizzazioni al momento della migrazione: 2805)

banner_licenza_cc-by-nc-nd-3-0-it

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name the Author      
 

* Privacy Policy GDPR

*

Accetto